Selezione inerti
La maggior parte degli aggregati (comunemente chiamati “inerti”) utilizzati in produzione,  e provenienti da cave locali, è  lavorata con un moderno impianto di frantumazione e vagliatura interno allo stabilimento.

Al loro arrivo i materiali “grezzi” vengono scaricati in tramoggia e lavorati con frantoio a mascelle e mulino a martelli.

Il materiale viene quindi vagliato a umido (con totale riciclo dell’acqua), o a secco, con reti in gomma, e scaricato a piazzale in cumuli distinti per pezzatura.

Gli inerti “particolari” (sabbie fini di fiume, granulati di marmo e di quarzo, argilla espansa) sono acquistati da produttori qualificati.